9 febbraio: muore Eluana Englaro

10 02 2009

 

“Dinanzi all’epilogo della lunga tragica vicenda, il silenzio che un naturale rispetto umano esige da tutti puo’ lasciare spazio solo ad un sentimento di profonda partecipazione al dolore dei familiari e di quanti sono stati vicini alla povera Eluana”.  [il Presidente della Repubblica]

“Oggi si parla di assassinio ma credo che tutti, anche quelli che ritengono che siamo davanti a una soppressione della vita, devono fare esame di coscienza. In parlamento c’erano progetti di legge sulla questione che giacciono da tempo. Perche’ si e’ aspettato fino a questo momento?”. [Gustavo Zagrebelsky, ex presidente della Corte Costituzionale]

 

C’e’ chi invece purtroppo sostiene tesi diverse, slogan denigratori e di propaganda, politica e personale: che vergogna!


Senatore Quagliariello, PdL: ”Eluana non e’ morta, e’ stata ammazzata”, ma Schifani, su richiesta dei capigruppo PD precisa, dicendo: ”Il senatore Quagliariello ha precisato in relazione alle sue affermazioni in Aula sulla morte di Eluana Englaro che le sue erano affermazioni di carattere oggettivo, di carattere medicale e non politico. Non si trattava di accuse rivolte ai colleghi dell’opposizione”. (ndr, quindi al padre? ai parenti? ai medici? ai sostenitori?)

Gasparri, PdL: “Nessuno puo’ dirci di stare zitti, io ho delle opinioni e le esprimo. Ribadisco che quando si fara’ la storia di questa vicenda peseranno le firme messe e quelle non messe. Cos’altro ha pesato su questa vicenda se non le discussioni costituzionali oppure se fosse legittimo o meno fare un decreto? Certamente non la questione su che tempo facesse a Udine…”. Il commento di Gianfranco Fini, PdL: ”Gasparri e’ un irresponsabile che dovrebbe imparare a tacere perche’ il rispetto per la massima autorita’ dello Stato dovrebbe animare chiunque, in particolar modo il Presidente del Gruppo di maggioranza numericamente piu’ consistente”. 

Prof. Carlo Taormina, ex magistrato e ex sottosegretario agli Interni (che domani ha annunciato presentera’ una querela per omicidio premeditato alla Procura di Roma): “Si e’ consumato un omicidio vero e proprio”… “La mia denuncia – aggiunge – sarebbe stata quella di tentato omicidio, ora sara’ diversa, ovvero di omicidio premeditato. E sara’ contro il padre della ragazza Beppino Englaro, contro i medici che la hanno assistita ed anche contro il Procuratore della Repubblica di Udine per abuso di ufficio o per i reati che si ravviseranno”. “Per il magistrato di Udine, assolutamente inerte, chiedero’ – annuncia ancora Taormina – l’intervento della Procura della Repubblica di Milano competente per i reati commessi dal giudici di Udine. Questo barbaro omicidio, attentato contro la vita, deve essere colpito e castigato”.

“Che il Signore li perdoni” ha detto invece Javier Lozano Barragan, presidente del Pontificio consiglio per gli operatori sanitari. 

…ovviamente anche Barragan non si riferisce ai politici che hanno urlato “assassini” in Senato, o che dopo il minuto di silenzio hanno dato inizio alla rissa… anche lui accusa il padre Beppino, i parenti, i medici che hanno tolto il sondino…e tutti quelli che li hanno appoggiati, sostenuti, e che adesso rispettano il silenzio.

Io sto con Beppino Englaro! 

“Eluana ci ha lasciati. Ora voglio restare solo, non voglio dire nulla”, queste le sue uniche parole.

Annunci

Azioni

Information

2 responses

10 02 2009
Carmen Castro

quelli senatori che dicono ” Eluana è stata ammazzata”, credo che non abbiano mai amato nessuno (e anche la chiesa). Loro dovrebbero urlare contro la guerra oppure la fame nel mondo invece di essere così ingiusti. Non capiscono che sia un atto di amore e di pace invece un assassinio. Dalla Spagna, il mio appoggio ai suoi genitori.

20 02 2009
Kote

“Eluana non è morta è stata ammazzata”…senza contare che questa frase è formalmente scorretta perchè uno persona che è stata ammazzata è indiscutibilmente morta (riflessioni da povera pazza studentessa di liceo classico), essa è proprio vera. Se le hanno staccato il sondino e non l’ha fatto da sola, è stata uccisa perchè qualcuno è intervenuto sulla sua vita è l’ha spenta. Quindi non è la frase il problema, il problema è sempre lo stesso: è giusto che sia stata ammazzata e perchè? Secondo me è più giusto che mai. Se Eluana aveva scelto in precedenza che in quella situazione avrebbe voluto essere uccisa, dovevano rispettare la sua volontà, soprattutto dopo 16 anni di coma. Sembra che sia stato suo padre a decidere per lei, quando non è così! Anche io comunque vorrei essere uccisa. Che razza di vita è quella? Non è quella del protagonista del film “Lo scafandro e la farfalla” (guardatelo per capire) che dopo quell’incidente si era svegliato e riusciva a pensare e in qualche modo comunicare, quella è la vita di un vegetale. Per quanto riguarda i politici io credo che, nella loro schifosa ipocrisia, si siano mossi solo per mantenere buoni rapporti con la Chiesa la quale poi si contraddice: come può essa dire che ucciderla va contro il disegno che Dio ha tracciato per lei se già il suo destino di morte è stato modificato anni fa quando l’hanno attaccata alla macchina? Perchè non hanno detto niente quando l’hanno salvata se secondo Dio sarebbe dovuta morire? Mah, non capisco…
Per finire, l’unica via è quella di una regolamentazione sul testamento biologico, così nessuno più dovrà soffrire come hanno sofferto i genitori di Eluana, speriamo arrivi presto! E un abbraccio a suo padre che con coraggio si è mosso perchè il desiderio della figlia, per quanto doloroso, fosse rispettato.
Kote

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: