Cassin, il re della montagna

7 08 2009

cassin

Durante l’estate sulle montagne di tutto il mondo perdono la vita decine di alpinisti, piu’ o meno esperti. C’e’ un detto tra le guide alpine sulle Dolomiti (ma credo valga per tutti gli amanti della montagna): “La montagna ha sempre ragione“. Significa che la montagna va rispettata, e conosciuta profondamente, e cosi anche la Natura… chi non lo fa prima o poi paga lo scotto. chi non ne sa riconoscere i segni, o chi non li rispetta o pensa di essere piu’ forte della montagna stessa, cammina sull’orlo di un precipizio, letteralmente.

Ma il Re della Montagna, Riccardo Cassin no! le ha scalate tutte, ed e’ sempre tornato per raccontarle e farcele conoscere. Ieri sera e’ morto nella sua casa ai Piani Resinelli, sopra Lecco, e con lui se ne va un pezzo di storia!

<Riccardo Cassin, il padre dell’alpinismo moderno, è morto ieri sera poco dopo le 11, nella sua casa dei Piani Resinelli, sopra a Lecco. Aveva compiuto 100 anni il 2 gennaio scorso. Attorno a lui, al momento del decesso, c’era tutta la famiglia. E’ morto serenamente, è stato lucido sino all’altro ieri anche se negli ultimi giorni la sua forte fibra aveva mostrato i segni del tempo. Cassin, era nato a Savorgnano di San Vito al Tagliamento (Pordenone) il 2 gennaio 1909. Trasferitosi a Lecco nel 1926, dopo una parentesi sportiva sul ring, si dedicò all’alpinismo cominciando a scalare sulle Grigne e sul Resegone, le montagne di Lecco. Affinata la tecnica iniziò una carriera eccezionale: leggendario il trittico di prime sulla nord della Cima Ovest di Lavaredo (1935), la Nord Est del Badile (1937), lo Sperone Walker sulle Grandes Jorasses (1938). Dopo la guerra, clamorosamente escluso dall’assalto al K2, si rifece con la spedizione al Gasherbrum IV (1958) e la prima sulla Ovest del McKinley (1961) e sulla Ovest dell’Jirishanca (1969).> [da La Gazzetta dello Sport]

Esiste una Fondazione Cassin, nata per contribuire alla tutela, alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio culturale e alpinistico del grande alpinista (composto da libri, filmati, fotografie, reperti storici delle spedizioni, articoli, interviste e molto altro ancora); è privata, senza scopo di lucro, valorizza e fa conoscere innanzitutto i suoi beni, ma promuove  anche  la conoscenza dell’ambiente montano sia per quanto riguarda l’aspetto antropico che quello alpinistico. Realizza eventi culturali, incontri e mostre, perseguendo il principale obiettivo di invitare tutti a partecipare e a condividere la grande passione per la montagna.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: