Israele/Palestina: giornalismo criminale (II)

21 08 2009

Pochi giorni fa il tg1 riportava la notizia della denuncia di Aftonbladet, giornale svedese, e che ha provocato un terremoto diplomatico: il giornalista dell’articolo (tale Donald Bostrom) accusa i soldati israeliani di rapire palestinesi per prelevarne gli organi… (se andate a sbirciare nel mio “Diario da Ramallah” potrete trovare assaggi analoghi).

L’ambasciata di Israele a Stoccolma prenderà ‘provvedimenti’ in queste ore, mentre è prevista la convocazione dell’ambasciatore svedese al ministero degli Esteri israeliano…

Intanto l’inviato in medio-oriente del tg1 (Pagliara) alla fine del servizio riprende l’ingenuita’ del collega svedese, il quale non sarebbe andato a cercare la conferma delle fonti. Sacrosanto. Ma sara’ vero? Pagliara a sua volta si sara’ informato del buon operato o meno del collega scandinavo? chissa’…

In ogni caso riporto un breve passo del suddetto articolo:

I nostri figli diventano involontari donatori, mi hanno raccontato i parenti di Khaled di Nablus, o la madre di Raed di Jenin, o gli zii di Machmod e Nafes a Gaza, tutti scomparsi per alcuni giorni e riportati alle famiglie nottetempo, già cadaveri e sottoposti ad autopsia”. Cita anche un episodio risalente al 1992, durante la prima Intifada. L’Idf avrebbe rapito un giovane, Bilal, che tirava pietre alle truppe israeliane nell’area di Nablus. Colpito al petto, alle gambe e allo stomaco da proiettili israeliani, è stato portato in un ospedale militare in elicottero e condotto in un posto “ignoto ai parenti”. Cinque notti dopo, il corpo è stato riconsegnato ai genitori, avvolto in lenzuola verdi da ospedale. Sempre secondo Bostrom, Bilal era stato aperto dallo stomaco alla gola per un preciso motivo. L’articolo include anche un collegamento a una recente inchiesta su un gruppo criminale nel New Jersey, che include diversi rabbini statunitensi, accusati di negoziare la compravendita di un rene umano per un trapianto.

Le accuse al giornalista non si fanno certo attendere, da parte del Minstero degli Esteri Israeliano: “isteria razzista nella sua forma peggiore”, “anti-semitismo”, “infame medievale libello demonizzante che sicuramente può incoraggiare a compiere crimini contro gli ebrei“.

La replica di Bostrom: “Non sono antisemita – dice – e mi rattrista molto sentire persone che mi accusano di questo. Ora che la storia riemerge in superficie, la mia intenzione era di evidenziare il legame con la ‘cosca’ del New Jersey e il fatto che debba aprirsi un’inchiesta sul caso del prelevamento degli organi“.

Storie gia’ sentite, che a Ramallah ti rincorrono dappertutto, facendoti raggelare il sangue…

Ma quello che mi fa pensare e’: un tizio scrive un articolo in Svezia (riportando per altro nomi e cognomi degli intervistati) contro Israele e i suoi metodi disumani (e risaputi…) ed esplode un putiferio, si prende del nazista e dell’antisemita, provocando lo sdegno della comunita’ internazionale, quando invece nessun tg parla dell’errore madornale legato all’accusa di pedofilia nei confronti dei giovani sposi ritratti in questa ormai celebre foto? eppure nessuno (senza andare fino in Svezia) aveva perso tempo ad additare i palestinesi di pedofilia e coercizione verso minori, costruendo un caso mondiale su una foto fasulla che mostra delle bambine che accompagnano all’altare giovani sposi in qualita’ di DAMIGELLE…

La solita disparita’ di metodi, la solita ingiustizia.

Annunci

Azioni

Information

3 responses

22 08 2009
arial

Commento:1 Cmq è una notizia da maneggiare con molta cautela vista la delicatezza dell’argomento per non scadere in una propaganda becera simile a quella in auge in certi ambienti della destra nazionalista ,al di là di qualsiasi decente informazione ( vedi il caso delle spose bambine), Israele ha il diritto di far valere le proprie ragioni, ma non di “creare un incidente diplomatico” coinvolgendo il governo svedese

2 Il Governo israeliano è consapevole che chiedere una nota di condanna al governo svedese è un’ingerenza,ma Stoccolma presiederà l’UE e allora, ci scommettiamo, questa diatriba tornerà in auge per “invalidare” eventuali posizioni non comode.”..condite” naturalmente dall’accusa di Eurabia e probabilmente accentuare l’attacco alle organizzazioni non governative accusate di essere antiisraeliani e togliere loro il finanziamento europeo

http://frammentivocalimo.blogspot.com/2009/08/un-deputato-dichiara-e-finanziata.html

23 08 2009
arial

scusami se intervengo
precisazione di Tom Segev

http://www.haaretz.com/hasen/spages/1109429.html

26 08 2009
anonimo

probabilmente questa notizia non è vera, vero l’uso politico che si farà,stigmatizzata dalla comunità ebraica svedese l’intervento del governo israeliano nei confronti del governo svedese(richiesta di scuse) . l’articolo migliore? forse questo
http://zope.gush-shalom.org/home/en/channels/archive/1167339599/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: