No Gianpi No Party

2 10 2009

“No Gianpi no Party”. Questo il titolo della puntata di Annozero andata in onda ieri sera, 1 ottobre. Al centro delle discussioni il “Sistema Tarantini” e cioè la commistione fra sesso, denaro, festini e politica nella sanità pugliese e nei palazzi della politica. Sono intervenuti, oltre ai soliti Marco Travaglio e Vauro, il sindaco di Bari (del PD) Michele Emiliano, il direttore di “Libero” Maurizio Belpietro, la direttrice del settimanale femminile “A” Maria Latella, il vicedirettore de “Il Giornale” Nicola Porro e la giornalista de “Il Manifesto” Norma Rangeri. In collegamento da New York è intervenuto anche il Premio Pulitzer Carl Bernstein, quello che ha scoperto il caso Watergate (e a cui Robert Redford presto’ la faccia in “Tutti gli uomini del Presidente“, in coppia con Dustin Hoffman). Non sono intervenuti esponenti del PdL, che hanno disertato gli inviti di Santoro.

Ma l’ospite eccezionale, che prima, durante, e dopo la trasmissione ha fatto tanto discutere, e’ senza ombra di dubbio l’escort Patrizia D’Addario.

Questa la sua dichiarazione focale: «Sapeva (soggetto Berlusconi, ndr) che facevo la escort. Lo sapevano tutti. Eravamo in tre quella sera e io non ero l’unica escort». Su questo si dovrebbe discutere, con la conseguente e importante riflessione sul perche’ la piu’ alta carica dello Stato Italiano debba avere certi atteggiamenti di “scarsa moralita’”, ma ancora peggio sul fatto che un Capo di Governo in questo modo sia RICATTABILE! e quindi potenzialmente molto, molto, molto debole! Il processo ieri sera non era sulla D’Addario (contro cui certe “persone” hanno cercato di deviare, vedi Belpietro)! Sotto processo era e deve rimanere Berlusconi, e chi ancora lo difende e giustifica, e ne accetta comportamenti e infelici uscite. Belpietro attacca la D’Addario, le da della ricattatrice (lei si difende affermando «Io non ho ricattato nessuno, sono io a essere stata tradita perché le promesse che mi sono state fatte dal presidente non sono state mantenute»), le chiede insistentemente come in questo momento stia campando, dove trova i soldi per vivere… Caro Belpietro, non e’ questo il punto! La D’Addario ha ricattato Berlusconi? Me ne frego sinceramente! e nel caso ben gli sta! Il punto, ripeto, e’ piuttosto che Berlusconi si fa ricattare da una escort! e non da meno, che con la escort ci vada a letto!

Un momento molto alto della trasmissione e’ stato sicuramente l’intervento di Carl Bernstein, uno che di scandali presidenziali se ne intende, uno che sul giornalismo investigativo ha costruito una carriera di successi e riconoscimenti. Un intervento, insieme a quello di Travaglio (clicca per guardare il video su YouTube), sull’importanza della stampa, sui suoi doveri e diritti, e su quanto sia difficile in questo momento essere giornalista in Italia, e anche editore! Querele, processi, cavilli, multe, sanzioni… un mestiere sotto controllo, imbrigliato, imbavagliato, incatenato… «La stampa ha il dovere legittimo di accertare il vero se ci sono evidenti verità nelle accuse contro un Capo di Stato o un premier. È stato il caso di Monica Lewinsky nei confronti di Clinton ed è il caso che riguarda oggi Berlusconi. C’è da verificare se la condotta generale di Berlusconi si rifletta sul suo incarico. Il giornalismo investigativo è un dogma per il giornalismo libero». E ancora (e chissa’ che giri su se stesso deve aver fatto lo stomaco del Premier…): «L’atteggiamento del presidente italiano che prova a limitare l’informazione sulle sue vicende riporta allo stalinismo sovietico, non degno di una grande democrazia occidentale».

VAUROFinisce AnnoZero con le sempre efficaci e preziose vignette di Vauro, sto per spegnere per andare a dormire, ma il dito scivola sull’1… Ta-daaaa Ta-daaaa – inizia Porta a Porta! Che come copertina riporta le immagini appena trasmesse su Rai Due della D’Addario che cerca di difendersi dalle accuse di ricatto di “Maurizio The Mask Belpietro”… E poi quell’esserino di Vespa che fa subito commentare a Ignazio La Russa, anche lui potenziale disertore del programma di Santoro (solo potenziale, perche’ Santoro non l’ha invitato…), il quale accusa: «E’ stato giusto disertare Annozero, perché non si pende dalle labbra di una finta Maria Goretti, che è una prostituta»…

Dall’altra parte (o “porta”) Marino, candidato alla presidenza del PD… che come al solito si fa sfuggire l’occasione ghiotta di controbattere coraggiosamente e giustamente… ad esempio dicendo: “Prostituta? anche se fosse, e’ il signor Berlusconi che se la porta a letto, e che per di piu’ si fa ricattare..”. Come ho detto prima: il processo non e’ alla D’Addario come tanti stano cercando di fare. Il processo e’ a Berlusconi… ma cosa ci volete fare?! a cosa servirebbe altrimenti il Lodo Alfano???

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: