Dagli Usa l’universita’ post-moderna

27 12 2009

Tutto quanto fa ateneo. Almeno in America. Le università Usa si adeguano ai tempi e, con l’evolvere della società, cambiano sia il concetto di cultura, sia quello di studio. Nascono così nuovi corsi di laurea dai nomi esotici e i contenuti strani.

Il primo esempio? Chi si iscrive ai corsi di lingua e letteratura può seguire corsi come “Discutere con i giudici dei reality show” e “Quanto sono sexy i vittoriani”. Oppure. “Russia e adulterio”, corso orientato all’analisi di ciò che accadeva nelle alcove dei compatrioti dello Zar. Non manca l’apertura agli idiomi inventati, ben rappresentata dalle lezioni di “Il linguaggio dei Klingon”, che si possono frequentare presso l’Università del Texas di Austin.

Chi vuole seguire i corsi di storia dimentichi le guerre puniche e si prepari a scoprire le gesta degli “Americani degeneri”, ovvero quei personaggi che oggi si fanno ricordare per il loro passato turbolento. Il percorso del capitalismo viene illustrato dalla Cornell University grazie al corso “Sesso, sale e carbone” la cui iscrizione è singolarmente aperta solo a chi può vantare una discreta conoscenza delle culture orientali.

Anche a chi predilige le materie scientifiche viene offerto un discreto numero di corsi “originali”. Può decidere di iscriversi a “La scienza dei supereroi” per approfondire la fisica oppure a “Il fantastico mondo delle bolle”, perché in ognuna di esse è contenuto un universo che risponde a leggi specifiche capaci di raccogliere e disperdere energia. Nel Minnesota il Carleton College riempie le aule per le lezioni di “Sesso e donne”, che non si basano su una carrellata di atti erotici ma aiutano a comprendere le definizioni di sesso, donna e orgasmo oltre a fornire delucidazioni per meglio inquadrare i tabù.

Le discipline tecnologiche offrono percorsi formativi come “La robotica dei Lego”, grazie ai quali si possono creare macchine automatizzate partendo dai famosi mattoncini colorati. Il corso “Matematica da strada” coniuga invece calcolo mentale e intuizione per permettere a chi lo frequenta di risolvere problemi senza l’impiego di carta o calcolatrici.

Sono da citare anche i percorsi filosofici, nei quali la fortunata serie TV Star Trek appare ovunque. La si trova nelle lezioni “Filosofia e Star Trek” e “Star Trek e la religione”. Chi volesse invece un approccio più terreno può iscriversi al corso della Berkeley University “I Simpsons e la filosofia”.

La Rochester University propone il corso “Sesso alieno” e, sempre nel quadro delle discipline sociologiche, l’Università dello Iowa organizza lezioni di “Americani e vacanze” per approfondire un tema caro ai più. “Come bere negli atenei” affronta invece il problema della crescente diffusione di alcolici tra gli studenti.

L’America da sempre offre specializzazioni particolari agli studenti, promuovendo percorsi di studio approfonditi nei settori più disparati. La lista dei corsi è destinata ad allungarsi col passare del tempo.   [da Repubblica.it]

i simpson e la filosofia

i simpson e la filosofia

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: