Il mestiere piu’ antico del mondo verso SudAfrica 2010

9 01 2010

“Mi aspetto un mucchio di sterline e dollari, poi, dopo i Mondiali, mollo tutto”. Tshepiso ha solo 23 anni, ma fa la prostituta da sei. Ha cominciato per mantenere suo fratelllo più piccolo, le avevano detto che era un mestiere facile, per il quale non servivano titoli di studio. E così si è adattata. Come lei sono in molte ad aver aspettato con curiosità quali squadre avrebbe riservato loro il sorteggio dei Mondiali 2010.

Tshepiso e altre giovani donne come lei lavorano a Rustenburg in una strada divisa come ai tempi dell’apartheid: una parte per gli xhosa, una per gli indiani e una per i bianchi.

Intanto nel paese si discute se rendere legale la prostituzione. I favorevoli, scrive il Mail & Guardian, sosengono che in questo modo si lascerebbe la polizia libera di occuparsi di faccende più gravi. I contrari temono un picco delle infezioni di hiv/aids, in un paese in cui cinque milioni di abitanti su 48 milioni sono sieropositivi.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: