Terremoto sulla Protezione Civile… disperso Bertolaso

12 02 2010

Bertolaso e’ nella bufera: molteplici intercettazioni sembrano inchiodarlo! accusato di aver preso mazzette di vario tipo per i “mega” appalti in Abruzzo, Sardegna ecc, e di aver partecipato a festini sessuali… Insomma, un nuovo Mr B.! sulle orme del suo mentore! nonostante cio’, nonostante le avvisaglie, nonostante l’esperienza maturata in questi mesi  sul campo incerto della politica italiana, nonostante i numerosi scandali, le intercettazioni, le accuse al suo Premier, si fa beccare con le mani nel sacco! …un po’ come un alpinista esperto che si fa cogliere dalla furia della Montagna? non proprio… in ogni caso Bertolaso non sarebbe mai andato a salvare l’alpinista (“C’é gente che non ascolta gli appelli che arrivano dalle istituzioni; i rischi erano stati indicati ma la gente va a fare le escursioni come se nulla fosse” diceva qualche settimana fa… “Basta morire per gli errori di altri” riferendosi ai soccorritori, anch’essi deceduti sulle montagne)… domanda: ora Bertolaso andrebbe a salvare Bertolaso?

Ma ricostruiamo tutta la vicenda (potete leggere tutte le intercettazioni cliccando qui):

Dall’inchiesta emerge che Angelo Balducci e Fabio De Santis, pubblici ufficiali presso il Dipartimento per lo Sviluppo e la competitività del turismo della Presidenza del Consiglio dei ministri, incaricati della gestione dei ‘grandi eventi’ (Mondiali di nuoto di Roma 2009, G8 della Maddalena, 150esimo anniversario dell’Unita d’italia) hanno asservito la loro funzione pubblica (alquanto delicata, attesi gli enormi poteri a loro concessi e i rilevantissimi importi di denaro e risorse a carico della collettività) in modo totale e incodizionato agli interessi dell’imprenditore Diego Anemone (e non solo)”. Così scrive il gip Rosario Lupo, in merito all’indagine che ha visto coinvolto anche Guido Bertolaso. In cambio degli appalti, Balducci & co. ricevevano in cambio ristrutturazioni di immobili, auto di lusso, assunzioni di domestici e figli, nonchè favori sessuali tramite il pagamento di escort a domicilio.

Le lunghe mani di questa ‘combriccola’, che gli stessi inquisiti non tardano a definire una “Banda di banditi”, sono arrivate a toccare perfino la ricostruzione aquilana. L’11 aprile del 2009, solo cinque giorni dopo il sisma che ha sconvolto la città e dintorni, Balducci ricorda ad Anemone di essersi fatto “promotore per l’inserimento delle imprese di Anemone nei lavori post-terremoto, ed esce allo scoperto pretendendo in cambio che il figlio Filippo goda di qualche ulteriore beneficio”.

Le mosse di Balducci in merito agli appalti erano molto attese già poche ore dopo la violenta scossa di terremoto, tanto che in un’intercettazione tra Francesco Maria De Vito Piscitelli, direttore tecnico dell’impresa Opere pubbliche e ambiente Spa di Roma, associate al consorzio novus di Napoli e il cognato Gagliardi, avvenuta proprio il 6 aprile 2009, si sente dire: “Alla Ferratella (luogo dove ha sede il Dipartimento) occupati di sta roba del terremoto perchè qui bisogna partire in quarta subito, non è che c’è un terremoto al giorno”. “Lo so” (ridendo). “Per carità, poveracci”. “Va buò”. “Io stamattina ridevo alle tre e mezzo dentro al letto”.

Nell’inchiesta è coinvolto anche Guido Bertolaso. Così scrive il gip: “Sono emerse dalle intercettazioni telefoniche conversazioni nelle quali il Bertolaso viene menzionato o è uno degli interlocutori (…). E’ emerso che lo stesso Bertolaso intrattiene rapporti con Diego Anemone con il quale si incontra spesso di persona e in previsione dei quali Anemone si attiva di persona alla ricerca di denaro contante, tanto che gli investigatori ritengono abbia una certa fondatezza supporre che detti incontri siano stati finalizzati alla consegna di somme di denaro a Bertolaso.”  E’ certo che Bertolaso abbia approfittato anche di alcuni favori sessuali, messi a disposizione da Anemone. Ecco gli stralci di alcune conversazioni telefoniche tra i due.
“Sono Guido, buongiorno…Sono atterrato in quest’istante dagli Stati Uniti, se oggi pomeriggio, se Francesca potesse…io verrei volentieri…una ripassata”. “Perfetto”. “Perchè so che è sempre molto occupata…siccome oggi pomeriggio sono abbastanza libero, ti richiamo tra un quarto d’ora”. (21 novembre 2008)
Il 14 dicembre 2008, in un centro sportivo probabilmente di proprietà di Anemone, avviene una seconda prestazione sessuale, stavolta con una brasiliana, come premio dato dall’imprenditore al capo della Protezione Civile per essersi aggiudicato la fetta più importante degli appalti per i Mondiali di nuoto.
Il 17 febbraio, allo Sport Village, Bertolaso si trova a “fare terapia con Francesca”. “per riprendermi un pochettino”, “per uno dei soliti massaggi”.

Mister Berlusconi lo difende a spada tratta e gli conferma gli incarichi, e ovviamente attacca i pm… “I magistrati si devono vergognare: Bertolaso non si tocca” “Queste cose sono assolutamente accuse infondate, non vere, come al solito. Ho parlato con Bertolaso, altro che escort. In realtà soffre di mal di schiena e andava in un centro per la fisioterapia da una fisioterapista di mezza età che oggi è in ospedale per farsi operare alla schiena”…

Vedremo chi avra’ ragione. Ma nel caso le accuse venissero comprovate, nessuna pieta’!

Who is Mr B?

(fonti: Repubblica, Abruzzo24ore)

Annunci

Azioni

Information

One response

19 06 2010
• Nathascia: Escort Bollente per Specialisti Lato B, TopEscortRoma.com

[…] Terremoto sulla Protezione Civile… disperso Bertolaso « “eyes on … […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: