tod und verklärung

 

Morte e Trasfigurazione.

nel bus che ci porta a L’Aquila mi vengono in mente le note di Richard Strauss, il solo del flauto, cosi dolce e soave, oasi di luce e speranza in un turbine nero e muscoloso. Speranza, gioia, nuova energia. Le stesse che dobbiamo infondere al pubblico che andiamo ad incontrare oggi a Coppito. In programma la Sinfonia Tragica di Schubert e la Sinfonia nr. 40 di Mozart, neanche a farlo apposta! un programma gia’ deciso da tempo, ben prima del 6 aprile… un segno?

Saliamo sul palco attraversando il pubblico: e’ emozionante, la gente applaude con grandissima commozione. Sono venute molte persone, ma la sala non e’ del tutto piena: ci hanno spiegato che molti hanno ancora paura ad entrare in uno spazio chiuso… Viene letta una lettera di saluto del Presidente Napolitano, ancora applausi. Poi e’ la volta di Abbado: sale sul podio e l’applauso diventa ancora piu’ intenso, tanto che tutto il pubblico si alza in piedi, in una standing-ovation straziante. e poi saremmo noi a doverci alzare davanti a loro! Poi si gira verso di noi per dare l’attacco: non l’avevo mai visto cosi emozionato, piange come un bambino! Mi e’ successo spesso, nei momenti piu’ struggenti delle sinfonie di Mahler o nel Pelleas & Melisande di Schönberg, di scorgere sul suo volto delle lacrime, o di perdermi nei suoi occhi gonfi… ma mai cosi!

Inizia la Tragica. tutta l’orchestra si immedesima nel trasporto del suo direttore. piangono tutti, chi fisicamente, chi attraverso il proprio strumento. la mia mente viene assalita dalle ormai famose immagini del terremoto, che hanno fatto il giro di giornali e telegiornali. le macerie, la casa dello studente, le tendopoli (ce n’e’ una a poche decine di metri dalla sala dove stiamo suonando, e vi assicuro che e’ davvero difficile poterla vedere e considerare come un campeggio da fine settimana…). Do’ tutto me stesso. Il dolore e la sofferenza in musica, la vocalita’ dei legni in un vibrato drammatico, i colori cupi, i toni graffianti… quasi fossimo in un arcaico teatro greco, si compie sul palco una vera e propria “catarsi”: per il pubblico, che ascolta rapito e sconvolto, e per me, per noi tutti, nel renderci ancora una volta conto di quanto la Musica possa fare, del suo potere incondizionato e superiore. e poi subito, senza intervallo, Mozart, che con la sua bellezza e semplicita’ nella forma e nelle tonalita’, esalta le qualita’ dell’orchestra e fa sognare gli ascoltatori.

Il messaggio vuole essere molto chiaro: il terremoto, la tragedia, la morte e la sofferenza, non devono abbattere, ma essere un nuovo punto di partenza. da subito! questa deve essere in qualche modo un’occasione di crescita! ripartire da qui, trovare dentro forza, energia, positivita’! e questo deve succedere anche attraverso la Musica, la Cultura, l’Arte, la Bellezza! per una crescita interiore del cittadino, e di conseguenza della nuova citta’, e della societa’ intera. In questo caso la Musica non solo cura e lenisce le ferite, ma deve essere anche un mezzo per riflettere, capire, superare, reagire, creare!

I fondi che con la Mozart stiamo raccogliendo serviranno a ridare uno spazio di lavoro e studio ai musicisti aquilani (una allieva di flauto del Conservatorio Casella mi ha confermato dopo il concerto che i giovani musicisti sono costretti a fare decine, centinaia di chilometri per raggiungere i loro professori e poter fare lezione…). e di conseguenza daranno la possibilita’ a L’Aquila di fare e ascoltare ancora musica, e quindi Cultura, tassello indispensabile per una vera rinascita e uno sviluppo completo e positivo!

 

 per il G8    

6 responses

24 06 2009
Diego

Questo lo metto dritto in rassegna stampa.
Bravo Mattia e grazie ancora per la tua collaborazione.

D.

24 06 2009
mattiafl

grazie a te diego!
trovassi la mia chiacchierata col trio medusa…
a prestoooo

25 06 2009
Benedetta

grazie per le cose che hai scritto, un abbraccio
Bene

26 06 2009
gisella

caro mattia, stai facendo un gran bel lavoro su tutti i fronti. bravo. ti sono molto grata

26 06 2009
mattiafl

grazie a tutti voi per le belle e importanti opportunita’!!!

29 06 2009
Arianna

Semplicemente grazie.
Ary

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: